Strutture Congressuali

bergamocard

I protagonisti

Bartolomeo Colleoni - Il Condottiero

Uomo d'armi e grande stratega, feudatario e uomo politico, mecenate ed impresario, uomo pio e grande amatore... tutto questo è Bartolomeo Colleoni, il cui nome a Bergamo riecheggia ovunque, non solo sui libri di storia ma inciso nelle pietre della città. Nato nel 1395 a Solza, in quell'area tra il Brembo e l'Adda denominata l'Isola, il Condottiero, mantenne un rapporto così stretto con la realtà bergamasca da lasciare il suo segno indelebile. Designato dalla Repubblica di Venezia come Capitano generale, Colleoni fissò nel Castello di Malpaga la sua corte e e la sua dimora, ma la sua ombra aleggia in molti luoghi e soprattutto in cui Città Alta, dove uno splendido mausoleo conserva le sue spoglie mortali e quelle dell'adorata figlia Medea.

Lotto e Moroni - Il Rinascimento in pittura

Lorenzo Lotto e Giovan Battista Moroni sono due tra i pittori che hanno segnato in maniera indelebile la Bergamo del Rinascimento. Veneziano il primo, ma fermatosi in città per oltre dieci anni, bergamasco il secondo, ma formatosi a Brescia e Trento, entrambi nel Cinquecento trovarono a Bergamo i committenti e un fertile ferreno culturale per dare luogo a una produzione elevatissima, oggi presente in tutti i più importanti musei del mondo.

Gaetano Donizzetti - l'Ottocento in Musica

Gaetano Donizetti (Bergamo 1797-1848) è l'artista che connota musicalmente la città di Bergamo. Al suo genio artistico è dedicato il principale teatro cittadino, nel centro della città bassa, oltre al museo di via Arena, nel cui salone principale decorato da splendidi affreschi neoclassici sono raccolti cimeli, strumenti musicali, partiture originali, a illustrazione della vita e dell'opera del musicista, sepolto nella vicina Basilica di Santa Maria Maggiore.